Mousse di cachi e germogli di erba medica

Non è facile, ma nemmeno impossibile, accostare i germogli ai dolci, come per esempio in questa semplicissima mousse di cachi.  Dopo averne estratto i semi, frullare i frutti finemente. Servire poi in una coppetta dopo avervi sbriciolato sopra un biscotto amaretto secco e (facoltativo) aggiunto dei semi di papavero. Terminare la preparazione cospargendo di germogli di erba medica. Si consiglia di togliere la mousse dal frigo dieci minuti prima di servirla. Cachi Biscotti amaretto secchi Germogli di erba medica
Continue Reading No Comments

Radicchio trevigiano al forno con germogli di ravanello

Scegliere un radicchio trevigiano a foglia lunga e dopo averlo lavato disporlo sfogliato su una teglia da forno. Distribuire su ogni foglia noci spezzettate, pangrattato, parmigiano, un filo d’ olio e poi infornare. Il tempo di cottura dipende da quanto lo si vuole croccante o meno. Prima di servirlo infine, farcire con i germogli di ravanello. Radicchio trevigiano Noci Pangrattato Parmigiano Germogli di ravanello
Continue Reading No Comments

Risotto alla zucca con germogli

Preparare un brodo vegetale con cipolla, carota, sedano e alloro. La zucca può essere cotta insieme al riso oppure a parte in padella o al forno, per un risotto più cremoso. Tostare quindi il riso con un po’ d’ olio e salvia e poi aggiungere del vino bianco. Sfumato il vino incorporare al riso la zucca tagliata a pezzettini o già cotta, quindi continuare la cottura avendo cura di aggiungere il brodo necessario e mescolare. A cottura ultimata aggiungere un po’ d’ olio, del latte vegetale e parmigiano, una manciata di germogli, quindi mescolare e lasciare riposare 1-2 minuti prima di servire. Infine mettere nei piatti e insaporire con pepe nero e altri germogli. Per contrastare il dolce della zucca sono indicati germogli di ravanello, porro, rucola, senape oppure crescione. Utilizzare un riso italiano ricco di amidi come Carnaroli, Arborio o Baldo. Riso Zucca Brodo Alloro Salvia Olio evo Latte vegetale Pepe nero Parmigiano Germogli
Continue Reading No Comments

Melanzane alla piastra con germogli

Questa ricetta con prodotti di stagione, è adatta per un po’ tutti i tipi di germogli. Iniziare affettando le melanzane sbucciate e tagliate a fette uguali di un centimetro circa. Preparare una ciotola con dell’acqua fredda e due cucchiai di aceto, immergervi le melanzane e lasciarle in ammollo per dieci minuti. Dopodichè scolarle e disporle a strati in uno scolapasta, separando ogni strato con un’abbondante manciata di sale. Una volta ricoperte interamente di sale, schiacciarle con un piatto e lasciare così per circa 30 minuti: le melanzane perderanno il loro liquido amaro. Infine, con un pezzo di carta da cucina, rimuovere il sale in eccesso dalle fette e asciugarle. Ora passare le melanzane alla piastra o al grill. Nel frattempo prendere i pomodori: dividerli a metà, privarli dei semi e dell’ acqua, tagliarli a cubetti. Disporre le melanzane nel piatto e distribuire sopra il pomodoro, qualche foglia di basilico e infine i germogli. Decorare al centro con i cucunci, frutto del cappero, condire con olio, e aceto per chi gradisce. Ingredienti: melanzane, pomodori, germogli, basilico, cucunci (frutto del cappero), olio evo (Ricetta di Ivano Rho per Germogliamo.it)
Continue Reading No Comments

Crema di fave e germogli di porro

Fave secche 150-200gr/fresche 350-400 (per 4 persone) mezza carota mezza gamba di sedano pomodori secchi 4/6 pepe qb alloro crostini di pane erbe aromatiche germogli di porro olio evo Per realizzare la crema si possono utilizzare sia fave fresche che secche decorticate e questo ne varierà le dosi. E’ comunque meglio non esagerare con la quantità in quanto l’eccesso di fave può causare qualche fastidio intestinale. Per renderla più leggera evitare soffritti, semplicemente mettendo a cuocere coperte dall’acqua: le fave, una carota piccola e un gambo di sedano, insieme a qualche foglia di alloro secco. Lasciar cuocere finchè la crema non si forma da sè facendo attenzione che non si asciughi troppo, nel qual caso provvedere aggiungendo liquido. Passarla quindi al mixer o al passaverdura se le fave sono fresche così da eliminarne la buccia, poco digeribile come in tutti i legumi. Preparare dei crostini di pane utilizzando anche pane vecchio affettato e tagliato a dadini che verranno poi passati al forno con un pò d’olio e l’erba aromatica che si preferisce: timo, origano, rosmarino. Per la guarnizione tagliare a julienne dei pomodori secchi sbollentati e rigenerati. Mettere nelle fondine la crema, aggiungere pepe nero, pecorino per chi lo desidera, i crostini di pane, e disporre al centro il pomodoro secco. Aggiungere a pioggia i germogli di porro e condire con olio EVO crudo. (Ricetta di Ivano Rho per Germogliamo.it)
Continue Reading No Comments

Linguine al limone con germogli di senape

Ingredienti per 4 persone linguine 400 gr limoni 2/3 mandorle 12 semi di finocchio qb germogli di senape/crescione Per la preparazione di questa pasta, semplice, fresca e leggera e quindi perfetta per l’ estate, è importante utilizzare limoni di qualità: biologici, freschi e sodi. Procedere pelando la buccia di un limone con un peeler facendo attenzione alla parte bianca interna, che va eliminata, e unirla all’ acqua di cottura. Spremere un limone di buone dimensioni ogni due persone e mettere il succo in una marmitta insieme ai semi di finocchio e alla metà delle mandorle grattugiate e a una parte dei germogli di senape. Aggiungere un po’ d’ olio e mescolare bene. Quando la buccia avrà bollito a sufficienza da diventare morbida e gradevole al palato, toglierla dalla pentola e tagliarla julienne e unirne una piccola quantità al condimento. Scolare quindi le linguine, mescolare velocemente nella marmitta ( se rimangono troppo asciutte provvedere con dell’ acqua di cottura e ulteriore succo di limone) e sporzionarle nei piatti. Aggiungere su ogni piatto a pioggia le restanti mandorle, qualche seme di finocchio, i germogli rimasti, olio extravergine d’ oliva a crudo e la buccia del limone come decorazione. La difficoltà nella riuscita di questa pasta è trovare il giusto equilibrio tra gli ingredienti, soprattutto del limone. (Ricetta di Ivano Rho per Germogliamo.it)
Continue Reading No Comments

Pasta al pomodoro con germogli di piselli

pasta 400 gr x 4 persone pomodoro qb olio evo germogli di piselli Preparare un sugo di pomodoro a proprio gusto privilegiando il prodotto fresco quando è stagione. Scolare il formato di pasta scelto e saltarlo in padella insieme a una parte dei germogli di piselli. Impiattare terminando con l’ aggiunta di parmigiano per chi lo gradisce e i restanti germogli in cima alla pasta con un filo d’ olio extravergine d’oliva. L’ aggiunta di olive nere e peperoncino nel sugo arricchisce il piatto e ben si abbina ai germogli di piselli. (Ricetta di Ivano Rho per Germogliamo.it)
Continue Reading No Comments

Farfalle alla crema di cavolfiore e germogli di ravanello

Ingredienti per 4 persone: farfalle 400 gr ca cavolfiore 1 olio evo pepe nero qb cardamomo o noce moscata qb latte vegetale (mandorla/riso) qb germogli di ravanello (o crescione, o senape) La versatilità dei germogli ci permette di utilizzarli nelle ricette più elaborate e con gli ingredienti più insoliti, così come nei piatti più semplici e comuni. Un esempio è questa facile pasta alla crema di cavolfiore che si abbina bene con germogli come senape, crescione e anche ravanello. Per preparare la crema cuocere il cavolfiore al vapore oppure in padella a spicchi con un po’ di vino bianco e acqua. In questo caso fare attenzione che non si asciughi troppo bruciandosi e neppure che si inzuppi di liquidi. Una volta cotto, bastano pochi minuti, passarlo al mixer con pepe nero, cardamomo in polvere e/o noce moscata secondo il proprio gusto e un filo d’ olio. Se troppo asciutta la crema, allungarla con del latte vegetale o con un po’ d’ acqua. Mantenere poi la crema calda in una marmitta ed unire quindi le farfalle appena scolate mescolando bene insieme all’ olio sufficiente e a una parte dei germogli. Servire poi nei piatti completandoli con pepe nero, parmigiano per chi lo gradisce, olio a crudo se necessario e i restanti germogli in cima al piatto. (Ricetta di Ivano Rho per Germogliamo.it)
Continue Reading No Comments
Back to Top

Questo sito utilizza cookies tecnici necessari per la gestione dei contenuti.
Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologia come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo click di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito.

CHIUDI